Gayatri mantra, un mantra Universale

Si dice che sia il più antico dei mantra, una preghiera vedica antichissima rivolta al sole (Savitur) per chiedere l’illuminazione per tutti gli esseri. Questo mantra invoca la sorgente radiosa della vita stessa, purificando i nostri pensieri, parole e azioni. Savitur, il Sole, è infatti noto per la sua vitalità e poteri di guarigione. La sua energia fornisce la forza vitale, o prana, che ricarica sia il corpo fisico che sottile e aiuta ad abbandonare le paure rafforzandoci.

Il Sole è quell’energia che ci spinge ad alzarci la mattina, che ci chiama all’azione e che ci porta gioia, che nutre e fa crescere piante e fiori. Quando ci si sente lontani da queste caratteristiche, quando si è in momenti di buio, e stasi nella vita, ci si può connettere con questo aspetto solare della natura.

Proprio come ogni essere vivente sul pianeta vive sotto lo stesso sole e riceve la stessa luce, così il Gayatri risplende eternamente sul nostro cammino interiore, illuminando la via, benedicendo il nostro viaggio.

Savitur dona anche il potere di raggiungere l’oggetto del proprio desiderio e offre a coloro che seguono la sua guida la propria luce interiore, la sacra conoscenza che si trova dentro ad ognuno in un percorso più diretto verso l’illuminazione spirituale.

“Tutti i poteri dell’universo sono già nostri. Siamo noi che mettiamo le nostre mani davanti ai nostri occhi e gridiamo che è buio “. SwamiVivekananda

Il Gayatri è uno dei mantra oggi più conosciuti e cantati al mondo, ed è definito un mantra Universale.

Ci suggerisce tramite la sua recitazione che è solo attraverso l’unità col Tutto che possiamo comprendere la diversità. Così come l’argilla che è solo Una , può generare contemporaneamente tante forme differenti, Il Brahman o energia cosmica come la si voglia chiamare, è unica, ma risiede contemporaneamente anche in tutti gli esseri viventi.

Le parole del Mantra:

Om bhur bhuvah svah
tat savitur varenyam
bhargo devasya dhimahi
dhiyo yo nah prachodayat

Donna Farhi, nel suo libro “Lo yoga nella vita” lo traduce così: “Tutto ciò che è sulla Terra, nella Terra e al di fuori di essa, deriva da un’unica fonte emanante. Se i miei pensieri, le mie azioni e le mie parole riflettessero la comprensione totale di questa unità, io sarei la pace che vado cercando.”

I mantra vengono tradizionalmente cantati in cicli di 108 ripetizioni, e questo perché secondo le scritture vediche, i nostri corpi fisici e sottili contengono 108 nadi principali, o canali energetici. Quando recitiamo un mantra 108 volte, quella vibrazione sonora riempie tutti i nostri canali energetici e li bilancia. Più cantiamo una particolare vibrazione sonora, più ci sintonizziamo su quella vibrazione.

Sotto il video con il mantra cantato da Deva Premal, puoi utilizzarlo come canto di 108 ripetizioni del Gayatri Mantra come base per una pratica quotidiana di meditazione del mantra, oppure puoi anche lasciarlo suonare sullo sfondo della vita quotidiana o prima di dormire, andando così a purificare l’energia nel tuo spazio.

Gayatri mantra

OM

Bhur Bhuva Svaha

Tat Savitur Varenyam

Bhargo Devasya Dheemahi

Dhiyo yonah Prachodayat

Il Gayatri é una preghiera rivolta all’ Intelligenza Universale. Il suo scopo é quello di accendere il potere del discernimento per permettere all’uomo di analizzarsi e di rendersi conto della sua natura divina. É conservata come reliquia nei “Veda”, le più antiche scritture dell’uomo. “Veda” significa infatti conoscenza, e la Preghiera alimenta ed aguzza la capacità di accrescimento della conoscenza. In realtà le quattro “Mahavakyas”, o concetti base racchiusi nei “Quattro Veda”, sono impliciti in questo Gayatri Mantra. Agisce come un talismano protettore per coloro che la pronunciano con continuità. Sai Baba ha affermato che questa preghiera é adatta a qualsiasi credo, perché essa dal Glorioso Potere che pervade il Sole ed i Tre Mondi (Fisico-Eterico-Causale) invoca la crescita, il risveglio ed il rinvigorimento dell’ Intelligenza. Il Gayatri Mantra é sinonimo del Divino, é lo stesso suono di Dio, esso permea tutto il Cosmo manifesto. É la Base, la Realtà che trascende l’Universo soggetto a conoscenza e a sperimentazione. Il termine “Gayatri” proviene da GAYAntam TRIyate iti, che significa: “Ciò che preserva, protegge o salva dalla corruttibilità, colui che lo recita”. GAYA vuol dire Essere e insegna la Verità, il principio della vita. Occorre infatti accostarsi a questo mantra con dovuta umiltà , reverenza, fede ed amore. La Gayatri ha anche tre nomi: Gayatri, Savitri e Saraswati. Gayatri rappresenta i sensi, Savitri é l’energia vitale o prana, ed é il simbolo della verità. Saraswati é la dea del linguaggio e dell’insegnamento, il simbolo della chiarezza intellettuale. Questi tre aspetti sono presenti in ciascun uomo e simboleggiano la purezza di pensieri, parole ed azioni, che ogni aspirante deve raggiungere sul sentiero della realizzazione spirituale. Come si può raggiungere la visione di queste tre divinità nella preghiera? Sai Baba ha spiegato più volte che il Gayatri Mantra si divide in tre parti: descrizione, meditazione e preghiera.

Nella prima parte

Om Bhur Bhuvah Suvah

il Divino viene descritto nella Gloria della Luce che illumina i tre Mondi o Regioni dell’ esperienza: Terra, Aria e Cielo.

Nella seconda parte:

Tat Savitur Varenyam Bhargo Devasya Dhimahi

si medita invece sullo Splendore e la Grazia che fluisce da quella Luce: la parola Dhimahi significa infatti meditazione, e qui rappresenta l’elemento chiave.

La terza parte:

Dhiyo Yo Nah Prachodayat

é una preghiera per ottenere la visione del Divino nella Sua effulgenza e magnificenza, attraverso il risveglio della coscienza e dell’intelligenza che pervade tutto l’universo.
Con l’unione di questi tre aspetti, ogni devoto realizzerà uno stato di purezza e di coerenza nella vita quotidiana, e si definirà rinato.
Quando si insegna a recitare infatti questo Mantra, la persona interessata viene denominata “Dvya”, due volte nato. Chi lo recita si trasforma in un saggio.
Sai Baba ha detto: “Gli occidentali hanno studiato le vibrazioni prodotte dalla Gayatri ed hanno trovato che quando essa é recitata con esattezza, come é scritto nei Veda, la luminosità viene emessa in forma circolare.”. La Gayatri é sinonimo di Verità. Le scritture dicono: “La Veritá é Dio, come la Saggezza é Dio. Esse sono entrambe presenti ovunque, trascendendo il concetto di spazio e di tempo”.
Perciò quando cercate Dio e volete vederLo, dovreste guardare dentro di voi. Egli non é in un luogo lontano, ma nel vostro cuore.
La Gayatri é perciò Hridaya (cuore), l’abitante del cuore dove Daya significa compassione. Aprite dunque il vostro cuore, recitate il mantra quotidianamente e la vostra vita sarà un successo;come il tronco regge l’albero, così la Gayatri sostiene l’ordinamento umano e senza di Essa l’Albero della Vita sarebbe senza vitalità.
Bisogna prelevare energia solare per consolidare la visione interiore dell’uomo che é la forza dell’Anima latente nell’uomo stesso.
Quando si rinvigorisce questa forza dell’anima, l’intelletto, i sensi e le emozioni vengono attivati e guidati verso direzioni fruttuose.
Può l’oscurità indurre in confusione la mente o nascondere la Verità se splende il Sole? Potrá avere il sopravvento il dolore o l’ignoranza mettere disordine, o l’egoismo accecare, quando la Divinità che splende come il Sole vi benedice con la Sua luce?
Affidatevi alla Gayatri per raccogliere la fulgida luce del Sole, in modo che essa possa inondare il proprio intelletto; la Gayatri é un tesoro che vi guida lungo il cammino della vita. Non dimenticatela mai! Potreste trascurare od ignorare le altre preghiere e gli altri mantra, ma ricordatevi di recitare la Gayatri almeno due volte al giorno. Essa vi proteggerà da qualsiasi male, dovunque voi siate:in macchina, in treno, in aereo o in strada. La Gayatri é Annapurna, la Madre, la Shakti (l’ Energia) che anima ogni cosa. Quando viene recitata l’effulgenza di Dio scende su di voi ad illuminare i vostri intelletti ed a guidarvi sul sentiero. Perciò non trascuratela!”.
Essa é anche un’ invocazione che si rivolge alla Madre Divina.

O Madre Divina
il nostro cuore é coperto di tenebre
Ti preghiamo
allontana da noi questa oscurità
ed accendi la Luce dentro di noi
.

Di solito la Gayatri si recita all’alba, a mezzogiorno ed al tramonto. Ma essendo Dio oltre la temporalità, possiamo recitare il Mantra in qualsiasi ora e ovunque. Sai Baba ci esorta a recitarlo la sera prima di andare a dormire e la mattina quando ci svegliamo, ma anche mentre facciamo il bagno: così che, mentre l’acqua ci purifica il corpo, il Mantra purifica la nostra mente.
L’invocazione alla divina Gayatri attraverso la recitazione costante e devota del Mantra, illumina l’intelletto del praticante, aprendogli le porte della comprensione, della verità dell’umiltà e della liberazione. La sua potente energia porterà all’adepto salute, radiosità, coraggio, armonia, conferendogli inoltri i poteri riservati ai saggi e agli illuminati: il potere di guarire e di trasmettere il dono spirituale ad altri. Disperde la paura ed elimina disturbi e malattie di pene conflitti e dolore. Ogniqualvolta il Gayatri viene cantato i demoni che dimorano all’interno dell’uomo vengono allontanati e dispersi.

TRADUZIONE LETTERALE

OM: IL SUPREMO
BUH: LA TERRA
BHUVAH: L’ATMOSFERA
SVAH: IL CIELO
TAT: COLUI
OM : IL SUPREMO
SAVITUR: IL SOLE(LA DIVINITA’ CHE GENERA E ILLUMINA LA VITA)
VARENYAM: L’ASSOLUTO, IL MIGLIORE TRA I TANTI
BHARGO : QUELLA LUCE SUPREMA CHE DIMORA NEL SOLE E DISTRUGGE I SEMI DEL KARMA
DEVASYA: DELLA DIVINITA’ CHE CAUSA LO SPLENDORE DELL’UNIVERSO
DHI MAHI: MEDITIAMO
DHIYO YO NAH: CHE IL NOSTRO INTELLETTO
PRACHO DAYAT: POSSA INCITARE